Skip to content

Spring Web Flow 2-parte-1

February 23, 2010

Le web application basate sul protocollo HTTP sono per loro natura stateless.

In alcune situazioni particolari, richieste da determinati tipi di problemi, si rende necessario avere “memoria” tra una interazione client-server e l’altra per poter realizzare una “macchina a stati”. Per fare questo, dobbiamo appoggiarci alla HttpSession, rendendo l’applicazione Stateful, ma dobbiamo pagare il prezzo di avere un applicazione meno leggera e scalabile (a meno di usare altri strumenti come Terracotta). Read more…

Effetti “AJAX” con Java Micro Edition – parte 1

February 16, 2010

Molti sviluppatori, negli ultimi anni, si sono ritrovati ad affrontare le sfide poste dall’evoluzione delle interfacce utente in un numero crescente di dispositivi mobili. L’avvento di nuovi sistemi operativi, si pensi ad iPhone OS o ad Android, e di browser con funzionalità paragonabili a quelli dei PC, ha reso necessario lo sviluppo di nuove tecnologie che permettano alle applicazioni Java ME di reggere la competizione con l’arrembante concorrenza.

L’interminabile processo di formalizzazione di MIDP 3.0 e la scarsissima adozione su dispositivi reali del pur lodevole Java FX hanno però costretto gli sviluppatori a trovare una serie di soluzioni alternative, spesso consistenti in uno sfruttamento estremo dell’infrastruttura grafica a basso livello del “vecchio” MIDP 2.x.

Usando con accortezza le possibilità offerte dalle ridotte API del MIDP 2 è possibile implementare animazioni ed effetti simili a quelli Ajax. In questo post mostreremo alcuni accorgimenti che facilitano la scrittura di una funzionalità “AJAX” simile a quello usata da Google per suggerire termini di ricerca man mano che si scrive in un campo testo. L’implementazione di un client mobile dotato di una UI completamente customizzata è un lavoro lungo e di una certa complessità: in questo articolo forniremo solo le nozioni basilari per affrontare questa problematica.

Read more…

Design Patterns

February 9, 2010

Norme di buona programmazione ad oggetti

Conosci i pattern? Questa e’ una domanda che prima o poi qualsiasi sviluppatore software si sentira’ fare, o si porra’ da solo. Mitizzati da alcuni, trascurati piu’ o meno volutamente da altri, i pattern, meglio noti come “design patterns”, rappresentano per la progettazione software l’analogo di quelle norme pratiche, tecniche o accorgimenti basilari che costituiscono il fondamento di ogni arte o mestiere.
L’unica differenza e’ che, mentre la maggior parte dei mestieri con una certa dose di creativita’ provengono da una lunga tradizione e i loro procedimenti sono quindi in qualche modo “standardizzati”, quello del programmatore (ad oggetti) e’ un mestiere relativamente recente, e ancora quindi non perfettamente delineato nei suoi canoni. Era inevitabile quindi che un giorno qualcuno si rendesse conto che era il caso di porre ordine in questa situazione, e di provare quindi a delinerare le “regole
del buon programmatore”. Read more…

Spring Roo internals – Javaday Slides

February 2, 2010

Presentazione tenuta al javaday su Roo e sul suo funzionamento interno.

La presentazione spiega i componenti interni principali, i loro compiti, la loro logica e il flusso di lavoro.

Successivamente viene illustrato come deve essere scritto un add-on per poter creare la nostra logica personalizzata.

Come add-on viene mostrato SpringSurf per generare la UI di Alfresco Surf

Author: Massimiliano Dessì

Spring ROO – Intro

January 25, 2010
tags: ,

Spring Roo (Real Object Oriented) è un Rapid Application Development  java da riga di comando. Read more…

H2 db

January 13, 2010

H2 è un veloce Java SQL database Open Source, che può funzionare in modalità client-server o embedded.
Spring 3 fornisce supporto per utilizzarlo in maniera embedded tramite configurazione xml Read more…

Javaday 2010

January 11, 2010

Il Javaday a Roma, è la manifestazione italiana su Java più importante per qualità degli interventi degli speaker e per numero dei partecipanti.
Quest’anno ci saranno 40 speakers e un numero di partecipanti attorno ai 1400, per una durata di 6 ore con 17 aziende a sponsorizzare l’evento.
ProNetics Group anche nel 2010 sarà sponsor di questa quarta edizione del Javaday a Roma

A nome Pronetics presenteranno i seguenti speakers:

Massimiliano Dessì presenterà “Spring Roo”
Stefano Linguerri presenterà “Multiplayer on line: dall’iphone a darkstar”